Make Believe: l'incredibile collezione di Erl a Pitti Immagine Uomo 104, hairstyle e make-up curati da Hairstudio's.

Eli Russell Linnetz è il guest designer di questa memorabile edizione del Pitti, segno dell’evoluzione della moda maschile ormai pronta a ridefinire i canoni dell’eleganza e gli standard convenzionali.

ERL fonde streetwear e alta moda con il suo approccio audace e uno stile unico. 
La collezione ha presentato abiti che spaziavano da silhouette sportive a tagli sartoriali impeccabili con dettagli sofisticati creando un equilibrio unico tra comfort e raffinatezza, così, la collezione di ERL, è un’autentica celebrazione della moda ibrida.

Eli Russell Linnetz è un giovane talentuoso designer americano, noto per la sua creatività eclettica e il suo approccio multidisciplinare all’arte e alla moda. Linnetz è anche un regista e fotografo di successo. Le sue opere sono caratterizzate da una narrazione visiva coinvolgente e da una sensibilità unica nel catturare l’essenza dei suoi soggetti. Non stupisce che tutti questi mondi fluiscono e si mescolano nell’espressione originale di Eli. 

Il sogno di Eli non può che portarci in America, ancora prima che in passerella, con la sua installazione “cinematografica” ai confini con la realtà. Ci sono continui rimandi e simboli di un nostalgico immaginario americano, da New York, la sua città di origine, all’amata California dove invece nasce il brand, a Venice Beach.

Il brief con il dipartimento artistico di Hairstudio’s richiedeva proprio questo compito: creare un look da spiaggia, quello che appartiene ai surfisti, super abbronzati, con i capelli bruciati dal sole e uno style “out of bed”. E molti dei modelli, sì, sono surfisti veri venuti con lui da Venice Beach. 

Per l’hairstyle Hairstudio’s ha lavorato su volumi e texture per ottenere uno stile naturale e disordinato in linea con la personalità della collezione. Per il make-up, è stato ricreato il tipico effetto che ha sulla pelle l’esposizione al sole, “scottature” sul naso e sotto agli occhi.

Con la fantasia Eli ricostruisce la realtà raccontandola con un nuovo verismo in tanti piccoli dettagli dalle scarpe impolverate alle imperfezioni dei volti che ha chiesto di lasciare ai make-up artist di Hairstudio’s.

Ma cosa ci fanno dei surfisti americani in un raffinato palazzo italiano con abiti da sera scintillanti, paillettes, strass, cappelli a cilindro?

La storia è più o meno questa: La Firenze della futuro è ormai sommersa quindi arrivano i “boys of summer” per fare surf. C’è un party a casa di un ambasciatore al quale rubano i vestiti per giocare a fare i ricchi, almeno per una notte. Una festa in maschera, futuristica, punk, elegante e chic.

La sfilata di ERL al Pitti Immagine Uomo ha evidenziato anche l’attenzione per i dettagli e l’artigianalità che caratterizzano il brand. Ogni capo presentava ricami intricati, lavorazioni artigianali e materiali di alta qualità. I contrasti sorprendenti tra texture e la cura per i dettagli hanno conferito un tocco di eccellenza e sofisticatezza all’intera collezione.

Dall’America Eli non ha portato solo i sogni, tutti i suoi bagagli e il team di surfisti ma anche la sua famiglia, ancora un segno di quella sua genuinità con la quale costruisce “make” ciò in cui crede “believe”.

Torna in alto
Torna su